Il mio corpo queer #PRIDEWEEK

"Non sei così uomo come credi di essere," dice l'uomo cisgender ed eterosessuale con cui vado a letto. "Perché?" Gli domando, un po' offesa."Perché fai le coccole come una donna.""E non pensi che il fatto che tu percepisca le mie coccole come coccole da donna dipenda dal fatto che non riesci a non percepirmi come una … Continua a leggere Il mio corpo queer #PRIDEWEEK

Sono frocio ma non c’entra l’amore – #PRIDEWEEK

Non ho mai avuto problemi a chiamare le cose con il loro nome: negri, puttane, sordi, ciechi, sfrante, down. Siamo tutti uguali. Combattiamo tutti le stesse battaglie. Siamo reietti, giocattoli rotti, clandestini che lottano ogni giorno per integrarsi nella comunità. Per farsi rispettare. Chiamatemi frocio, finocchio, culattone, ricchione. È vero: mi piace il cazzo. Mi … Continua a leggere Sono frocio ma non c’entra l’amore – #PRIDEWEEK

Oltre il travestimento: oltre il corpo – Claude Cahun e Pierre Molinier

Travestimento come svelamento e liberazione del corpo Nonostante la mera operazione di Travestitismo, l’eco di Rrose Sélavy si espande fino agli orizzonti più prossimi alla nostra contemporaneità, in termini tecnici e concettuali. Il corpo come veicolo di espressione artistica grazie al suo centralismo, alla gestualità ma soprattutto alla sua presenza fa di Duchamp un anticipatore … Continua a leggere Oltre il travestimento: oltre il corpo – Claude Cahun e Pierre Molinier

La comunità LGBT+ tra scelte personali e rispetto reciproco

Parlando della sigla LGBT+ bisogna partire da un presupposto fondamentale: le etichette (perché in fondo di etichette si tratta) sono qualcosa che il singolo individuo sceglie per se stesso, non sono infatti altro che categorie sociali e interpersonali e relazionali e sentimentali in cui si decide che ci si sente più a proprio agio che … Continua a leggere La comunità LGBT+ tra scelte personali e rispetto reciproco