CHI SIAMO

45549855_2099676283430829_4637851457410826240_n

Filippo Marconi (o Felix White) è nato una notte buia e glitterata del 1994, e da quel momento la sua vita è stata un cocktail di sfiga, noia e ogni cosa bruttaMembro stimato e portavoce ufficiale della famiglia degli ursidi, crescendo ha capito di essere troppo grasso per la danza, quindi ha deciso di buttarsi sulla scrittura aprendo un blog dove riversare elucubrazioni personali coinvolgendo amici e amiche che non perdono occasione di rinfacciarglielo. Nel 2017 pubblica il suo primo libro su Amazon e nel 2018 si laurea al DAMS di Bologna; attualmente studia al corso di laurea magistrale in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale. Il suo sogno più grande è conoscere John Waters e diventare la sua sugar babe.
Oltre a gestire il blog scrive per il sito di cinema Shiva Produzioni, dove si occupa di cinema horror contemporaneo e film a tematica LGBTQ.

PROFILO FACEBOOK // PAGINA FACEBOOK // INSTAGRAM
EMAIL: filippomarconii@gmail.com

BENEDETTA VICANOLO – INSTAGRAM

So che non so descrivermi. So che non so mai dove devo andare e so che non trovo mai i miei occhiali da vista che sono sempre sporchi e non so mai pulire. So che non mi piacciono i commenti superficiali sulle cose, sulle persone, sui film, sulla vita. Non sono nevrotica ma conosco un sacco di gente che testimonierebbe il contrario. Paladina delle cause perse e di quelli che non sanno, dei capelli disordinati con le doppie punte e dei sognatori politici. Non mi piace il cinema che vuole dire tanto senza dire niente, quello da copertina, quello da recensioni sempliciotte su Facebook. Non mi piace non essere ascoltata, infatti urlo un sacco. E poi ho una laurea ufficiale e un’altra ad honoris causa per la mia campagna di abbigliamento monocromatico.

ARIANNA BETTARELLI – INSTAGRAM

Ci sono voluti tre anni di studio in Beni e Attività culturali e due di Magistrale in Arti Visive (indirizzo contemporaneo) per saper formulare la mia pesante passione in risposta alle vostre altrettanto pesanti domande tipo “Cosa fai?”. Faccio fare ginnastica alle meningi, scavo a fondo, conosco, mi ri-conosco, comprendo. Tutto ciò che vedi, sembra.

NAT GILDIINSTAGRAM

Nat è una persona queer (they/them) che scrive (mai abbastanza), lavora (in questo momento non molto) e studia per diventare insegnante. Cerca di fare attivismo, vorrebbe farne di più ma le sue giornate dovrebbero essere di almeno 36 ore.

DAVIDE CASCIOTTAINSTAGRAM

Nato nella nebbia di Novara nel 1994 per rifugiarsi in quella milanese. Non ha ancora pubblicato nulla, ma ha tante moleskine piene di appunti. Ama le nanne, Kubrick, l’arte contemporanea e il pistacchio. Tra i suoi obiettivi: vivere una vita da hobbit.

GIACOMO TRAMONTANA – INSTAGRAM

Sono del ’93. Laureato in triennale a Lettere Moderne e attualmente studente di Cinema a Bologna. Mi piace il cinema, leggere romanzi quando non ho nulla di saggistica da studiare, andare alle mostre e soffermarmi su ogni singolo dettaglio relativo alle opere (quando sono preso bene). Credo che gli eventi culturali siano una delle cose più importanti di questo mondo poiché, anche se per poche ore, o giorni, hanno la capacità di far sentire veramente vive e legate le persone. Tra i film che mi hanno cambiato la vita ci sono: Anna dei miracoli (colpa di mia madre), Seven, Forrest Gump, 2001: Odissea nello spazio, Mrs. Doubtfire, Arancia Meccanica, Funny & Alexander (merito di mia madre; credo sia uno di quei film che ti fa apprezzare la magia del cinema), Il Padrino (grazie a mio padre, anche se me l’ha fatto vedere un’infinità di volte).

AURORA ABRUZZESEINSTAGRAM

Nasce nel 1994 in una fredda notte di marzo. Si laurea per caso in Lettere Moderne a Bari e attualmente studia Cinema all’Università di Bologna. Ama leggere prevalentemente saggi perché crede che non ci sia storia più avvincente della realtà (anche se non riesce ad accettare che Mr. Darcy non esista). Adora scrivere (qualsiasi cosa, anche la lista della spesa), mangiare (sì, per le lasagne venderebbe anche l’anima) e dormire (quando riesce). Fra i vari talenti che Madre Natura le ha donato, uno supera di gran lunga gli altri: la tendenza a procrastinare le cose e, di conseguenza, a essere sempre in ritardo. Questo le permette di vivere la sua vita in maniera intensa, un’ansia alla volta. Se avete una soluzione per risolvere questo problema siete pregati di farle sapere.

CLAUDIO SANTOROFACEBOOK

Ghostwriter, presunto autore, presunto pensatore, presunto essere umano. Ha partecipato a diverse antologie di racconti tra cui Macerie (2017, di cui è anche curatore), Confessioni al telefono (2018) e Il grande racconto di Renoir (2019). Scrive per vizio e per timore. Ama Poe, Kafka, Nabokov, Natalia Ginzburg, Kubrick, Chaplin, Sergio Leone e altri miracolati. Fuma troppo, soffre troppo, pensa troppo.

ROCCO LEOINSTAGRAM

Pesci ascendente vergine. Fuori dolce, carino, eternamente giovane. Dentro una fusione tra un demonio e una casalinga, amante del drama e dell’ordine. Cresciuto a pane e Buffy. Maturato ad acqua e X- Files. Laureato in triennale sto per laurearmi al CITEM di Bologna. Mi occupo di serialità televisiva dal crollo psicotico di Britney. Mentre attendo un rapimento alieno da parte di Bjork, scrivo e provo a farmi strada nel mondo. Gran sognatore: unico barlume di innocenza resiliente.