Oltre il travestimento: oltre il corpo – travestimento come viaggio nel tempo non-tempo

Ogni pratica di Travestimento, come forma artistica e sociale, è figlia del proprio tempo. Se Marcel Duchamp, Claude Cahun e Pierre Molinier affondavano le loro lame taglienti nel cuore della questione sessuale è perché, di fatto, era da lì che si doveva partire. Ecco dunque che oggi ci consegnano il ricordo di una storia di … Continue reading Oltre il travestimento: oltre il corpo – travestimento come viaggio nel tempo non-tempo

Oltre il travestimento: oltre il corpo – Claude Cahun e Pierre Molinier

Travestimento come svelamento e liberazione del corpo Nonostante la mera operazione di Travestitismo, l’eco di Rrose Sélavy si espande fino agli orizzonti più prossimi alla nostra contemporaneità, in termini tecnici e concettuali. Il corpo come veicolo di espressione artistica grazie al suo centralismo, alla gestualità ma soprattutto alla sua presenza fa di Duchamp un anticipatore … Continue reading Oltre il travestimento: oltre il corpo – Claude Cahun e Pierre Molinier

Oltre il travestimento: oltre il corpo – Marcel Duchamp

alla ricerca di Rrose Sélavy Volevo, in effetti, cambiare identità, e la prima cosa che mi venne in mente è stata quella di adottare un nome ebreo - io ero cattolico - e passare da una religione all’ altra sarebbe già stato un bel cambiamento! Ma non trovai un nome ebreo che mi piacesse, così … Continue reading Oltre il travestimento: oltre il corpo – Marcel Duchamp

ORLAN: l’ossimorico binario tra libertà e chirurgia plastica

Uno psicanalista al quale confidavo la mia intenzione di modificare il mio volto ha reagito come se gli avessi annunciato il mio suicidio; è uscito dal suo solito comportamento professionale per proibirmi di toccare o modificare il mio corpo.ORLANParlare di chirurgia plastica oggi farebbe cadere chiunque nel baratro della banalità, sia in ambito meramente descrittivo … Continue reading ORLAN: l’ossimorico binario tra libertà e chirurgia plastica

Automi e Cyborg: dall’uomo all’immagine e dall’immagine al corpo

In effetti l’uomo si dimostra essere cosa divina perché dove la natura finisce di produrre le sue spetie, l’uomo quivi comincia colle cose naturali a fare coll’aiutorio d’essa natura infinite spetie. Leonardo da Vinci Quasi tutta la cultura occidentale ci racconta la storia di un uomo recidivamente teso verso l’infinito, un infinito abissale, un Dio irraggiungibile … Continue reading Automi e Cyborg: dall’uomo all’immagine e dall’immagine al corpo