LOSTINSERIES#2 – Desperate Housewives

Acclamata da milioni di telespettatori, è considerata una delle gemme della serialità contemporanea: sto parlando di Desperate Housewives, serie televisiva creata da Marc Cherry, andata in onda dal 2004 al 2012, che mette al centro della trama le vicissitudini del quartiere residenziale di Wisteria Lane, improvvisamente scosso dall’apparente suicidio di Mary Alice Young, amica e vicina di casa di Bree, Lynette, Susan e Gabrielle.
Trovo molto interessante come un prodotto televisivo come questo sia riuscito a unire diversi generi come il giallo, la soap, la satira, commedia e il dramma in un unico quadro, alternandoli in continuazione senza perdere fluidità. Marc Cherry ha saputo decisamente giocare bene con questi elementi.
In una delle sue interviste, afferma: “Nell’aprile del 2002 ero assolutamente disperato. […] Mi misi a scrivere la prima bozza di Desperate Housewives convinto che potesse dare una svolta alla mia vita”. Da lì, il lancio della serie che ottenne numerose nomination e vinse addirittura 3 Golden Globes, di cui uno nel 2005 e l’altro l’anno successivo come “miglior serie commedia”.
SI tratta di un prodotto televisivo esilarante, perfetto per chi ama i contrasti emotivi: non si fa in tempo a ridere di qualcosa che bisogna subito armarsi di kleenex. La dimensione poliemotiva in cui la serie ti proietta è fantastica, l’ibridazione giusta che rende appassionato il pubblico. La sceneggiatura, in particolare la narrazione da parte di Marie Alice, è la parte che amo di più dello show: scritta magistralmente, cattura l’attenzione sin dai primi secondi dell’episodio.
La sigla, inoltre, crea l’hype giusto per iniziare l’episodio: la particolarità dell’opening è proprio quella di usare un tipo di montaggio che descrive con pochissime immagini ogni aspetto caratteristico delle casalinghe di Wisteria Lane. Solo approfondendo i personaggi si può intuire l’unicità degli script di Cherry.
Di seguito, una piccola descrizione delle protagoniste con alcune curiosità.

SUSAN MAYER – La calamity Jane

Disperata perché suo marito l’ha lasciata con una figlia da accudire, quindi non può più vivere nel suo mondo delle fiabe.

Goffa, artistica, stramba, immatura ma di buon cuore, Susan è una delle protagoniste della serie, forse anche un po’ più delle altre.  È l’incarnazione della sfiga: non ne combina mai una giusta, la sfortuna la insegue come uno sciame di vespe. Esilarante ma satura di insicurezze, Susan è una madre che per anni ha invertito il ruolo con la figlia, la quale ha dovuto prendersi cura di lei dopo il tradimento da parte del marito Carl diventando responsabile e autonoma prima del tempo. La combinazione di questi aspetti, sia negativi che positivi, rendono Susan un personaggio unico.

CIBO CARATTERISTICO: MACCHERONI E FORMAGGIO

LYNETTE SCAVO – La Working Girl

Disperata perché da high-powered executivee è passata a essere una casalinga per stare più vicina ai suoi figli, ma ancora non si sente pronta al ruolo di madre.

Frizzante, intraprendente, materna e forse eccessivamente dominante, Lynette è quel tipo di donna un po’ autoritaria che ha sempre l’ultima parola. È uno dei personaggi più forti tra le protagoniste, ma non per questo senza debolezze. Determinata al punto da affrontare incubi viventi come i suoi figli – decisamente troppo vivaci – disastri economici e addirittura il cancro, Lynette non si arrende davanti a nulla, ed è proprio questo che il pubblico ama di lei.

CIBO CARATTERISTICO: POLLO FRITTO DEGLI SCAVO

BREE VAN DE KAMP – L’orchidea in fiore

Disperata perché vorrebbe essere la perfetta moglie e madre di casa, ma i suoi figli e il marito la odiano tanto che questi arriva a chiederle il divorzio.

Bree è una delle protagoniste più amate (soprattutto dal pubblico omosessuale). È talmente educata che porta chiunque all’esasperazione, specie suo marito Rex, stanco di vivere in un infinito spot per detersivi. Lei è lo stereotipo della casalinga anni ’50: pettinatura impeccabile, cucina sofisticata e bon ton. Col tempo, però, subirà un cambiamento radicale, dopo che dovrà affrontare una serie di problemi. Madre di un figlio gay e di una figlia ribelle, Bree cercherà in tutti i modi di tenere sotto controllo la propria famiglia senza rendersi conto di essere troppo oppressiva.

CIBO CARATTERISTICO: I MUFFIN AI MIRTILLI DI BREE

GABRIELLE SOLIS: L’affascinante latina

Disperata perché era una modella glamour con una vita eccitante e ora vive in un quartiere di periferia dove si annoia perché il marito la lascia spesso sola.

Prigioniera di una gabbia dorata, ex modella e arrampicatrice sociale, Gabrielle è sposata con Carlos Solis, che non le fa mai mancare niente a parte la sua presenza. È una donna talmente annoiata da iniziare una relazione con il giardiniere minorenne. È svogliata, viziata e avida. La cosa più incredibile è l’egoismo con cui affronta la vita; col passare del tempo, però, l’evoluzione del suo personaggio fa fiorire anche le sue qualità più preziose. A volte risulta più volgare e sfacciata delle altre, ma sono proprio questi elementi a renderla complementare alle altre.

CIBO CARATTERISTICO (non suo): PAELLA PICCANTE DI YAO LIN

Edie Britt – L’attention whore

Non potevo non parlare di Edie, la provocante agente immobiliare di Wisteria Lane. Nella serie viene sempre messa da parte, emarginata, solo perché ama la libertà e il sesso. Donna e madre single, Edie rappresenta tutte quelle Milf che vogliono sentirsi libere e al centro dell’attenzione. È consapevole di essere affascinante, e usa la sua bellezza per ottenere quello che vuole. Edie è la spina nel fianco di Susan: cerca in ogni modo di sabotarla. Dall’arrivo di Mike Delfino, tra le due inizia una guerra senza quartiere a suon di reggiseni e ammiccamenti. È un personaggio non ben accettato dalle cittadine di Wisteria Lane, e nessuno potrebbe biasimarle, dato che è una mangiatrice di uomini… o meglio, di mariti.

Annunci

Se vuoi, lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...