‘La pizza il pop la musica elettronica’: la sinestesia si tinge di pop nel primo album di ‘lemandorle’

Lemandorle sono un progetto di pop daltonico che si muove tra ricordi geolocalizzati e ambizioni globali. Un Mac, un microfono e tre-minuti-tre per raccontare delle storie qualunque, descritte per immagini, come se la vita fosse una bacheca di Pinterest.

Così si descrivono Marco “Lemandorle” Lombardo e Gianluca “BB Wilson” Servetti, duo che prova a farsi spazio nel panorama indie/pop/elettronico da un paio di anni, quando uscì il loro primo singolo: Le ragazze.
“Un progetto di pop daltonico”, scrivono, anche se io i colori li vedo, e sono tanti. La loro musica, infatti, rappresenta per me la perfetta condizione di sinestesia, quando cioè musica e colori si intrecciano formando nella mente un tripudio di immagini, luci e scenari che sembra affondare le proprie radici nella musica anni ’80, nel vaporwave, nell’aesthetic musicale – e non (perché, come ci dimostrano i loro video, anche l’occhio vuole la sua parte).

Dall’uscita di Le ragazze, lemandorle si sono dati da fare e hanno sfornato un singolo dopo l’altro, da San Junipero a Ti amo il venerdì sera, fino alla pubblicazione dell’EP dal titolo Per un album è ancora presto, contenente le tracce Marta, Adesso e Se tu ti prendi.

Ma adesso non è più troppo presto per l’album, poiché proprio pochi giorni fa hanno pubblicato il loro album d’esordio: La pizza il pop la musica elettronica, contenente alcuni pezzi già noti e altrettanti nuovi.
Quello che colpisce di più della loro musica è l’atmosfera delicata e intima che ogni canzone riesce a creare, imprimendoti nella testa immaginari soft di electropop e cullandoti a suon di bit. Nonostante si rifacciano a molti generi diversi, dall’indie al synthpop, lemandorle sono riusciti a creare un mix piuttosto inedito di testi, musica e video, raccontando storie diverse per ogni canzone.
Da Baciami (che vede la collaborazione con Francesco De Leo, fondatore ed ex front-man del gruppo L’Officina della Camomilla) a Le 4, da Avanguardia pura a La pizza il pop la musica elettronica, pezzo che dà il nome all’album, ogni traccia dell’album rimane impressa nella mente, grazie soprattutto alla capacità di disegnare con una matita fatta di musica e parole degli scenari tipici della nostra generazione, trascinandoti dritto nel loro mondo un po’ forever young  – che è anche il nostro – così pop, così fresco, così intimo.

Indubbia è la crescita artistica avvenuta nell’arco di soli due anni. Lemandorle si confermano una delle novità musicali più interessanti degli ultimi anni, in grado di prendere tutti i cliché dei generi che hanno contaminato la musica italiana e trasformarli in qualcosa di nuovo, di unico, a cavallo tra sogno e realtà.
Essendo ancora una novità per molti ma avendo già dimostrato un enorme talento, non ci resta che tenerli d’occhio e aspettarci altri grandi pezzi.

Se vuoi, lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...